VAL GARDENA

Bën unì, benvenuti! Ecco come vi accoglierebbero in Val Gardena, pieno territorio della Ladinia.

La Valle che da Ponte Gardena sale verso la Val Badia è una delle destinazioni più gettonate sia in inverno che in estate: Ortisei, Santa Cristina e Selva ti sapranno stupire per la ricchezza della loro offerta turistica, condita dall’ospitalità ladina.

La Val Gardena è raggiungibile da due dei passi più spettacolari delle Dolomiti, il Passo Gardena che ti collega con l’Alta Badia e il Passo Sella, che ti collega con la Val di Fassa.

Patria di grandi sciatori ed artisti, non ti stupirà sapere a chi ha dato i natali questa meraviglioso fazzoletto di Dolomiti…scopri con noi la Val Gardena!

TOP 5 DA NON PERDERE

  • Assaporare l’alba al Piz da Cir
  • Fare un’escursione all’Alpe Seceda
  • Sciare sulla Saslong
  • Sellaronda Bike Day
  • Visitare il Museo de Gherdёina per le sculture lignee
Chiesa di San Giacomo ad Ortisei

Ph © Val-Gardena.com

PAESI PRINCIPALI

URTIJЁI / ST. ULRICH / ORTISEI

Il paese principale della Val Gardena è l’elegante Ortisei. La via principale è ricca di negozi non proprio per tutte le tasche e ti consigliamo piuttosto di approfittare di un giro in centro per gustare un’ottima colazione a base di strudel. Passeggiando per il centro di Ortisei, ti imbatterai nella chiesetta di Sant’Antonio con di fronte la fontana adornata da due putti. Sullo sfondo, le nostre amate Dolomiti. Non è un colpo d’occhio meraviglioso?

L’eleganza di questa cittadina è testimoniata dalla presenza di hotel esclusivi, come il Cavallino Bianco, più volte premiato come il miglior family hotel del mondo. Ti consigliamo di parcheggiare l’auto presso l’impianto di risalita per l’Alpe di Siusi e raggiungere il centro attraverso il ponte sulla statale. Da questo passaggio è ben visibile la piscina del Cavallino Bianco che si apre anche sull’esterno.

Dal centro di Ortisei si raggiunge comodamente l’Alpe di Siusi e l’Alpe Seceda, entrambe zone escursionistiche e sciistiche. Per raggiungere l’impianto per l’Alpe Seceda e Resciesa dal centro potrai salire attraverso una serie di scale e tappeti mobili al cui fianco sono state installate fotografie dei grandi campioni gardenesi di ieri e di oggi: davvero una “hall of fame” irresistibile per gli appassionati!

Ortisei in Val Gardena

Ph © Enrica Pallaver Photography

L’Alpe Seceda è forse uno dei luoghi più instagrammati del momento, grazie alla sua particolare pendenza verde che scoscesa si butta dall’altro versante. È collegata al Sellaronda attraverso gli impianti e le piste di Santa Cristina e Selva di Val Gardena.

Ti segnaliamo due musei imperdibili, adatti nelle giornate di pioggia: il Centro Culturale Ladino, con testimonianze della civiltà ladina di tutte le età, e il Museo de Gherdёina, un viaggio nella storia della Valle, dove ammirare le preziose sculture in legno.

Ortisei dà i natali a due personalità importanti nel mondo artistico: Carolina Kostner, campionessa di pattinaggio e Giorgio Moroder, pluripremiato con l’Oscar per le sue colonne sonore. Indimenticabile quella di Flash Dance o Top Gun.

Seceda in Val Gardena

Ph © Enrica Pallaver Photography

CHRISTINA IN GRÖDEN / S. CRESTINA-GHERDЁINA / SANTA CRISTINA VALGARDENA

Il piccolo centro che da Ortisei va verso est è Santa Cristina. Sorge ai piedi del Sassolungo ed è famosa in tutto il mondo per la Saslong che ospita la libera e super G di Coppa del Mondo di sci ogni inverno. L’atmosfera che si respira durante i giorni della gara è sicuramente unica e scommettiamo che anche se non sei un appassionato di sci, se provassi a vederla ti uniresti ai festeggiamenti con grande entusiasmo!

Il centro abitato poggia su una collinetta e presenta diversi negozietti interessanti: oltre ai classici souvenir tipici della zona e intagliatori di legno, molti negozi di articoli sportivi potranno servirti in caso di bisogno.

Un luogo affascinante, sicuramente interessante per gli amanti del genere, è Castel Gardena (Fischburg) risalente al 1641, conosciuto anche come “Castello della Pesca” in seguito alla costruzione di laghetti per allevare le trote: attualmente proprietà privata, è visitabile durante il periodo della ValGardenaMusika, un festival musicale con molti concerti, soprattutto di musica classica (da metà luglio a fine agosto).

Da Santa Cristina puoi raggiungere innumerevoli zone escursionistiche e sciistiche tra le più belle del mondo: Seceda e Monte Pana. Ti segnaliamo l’Alpe del Mastlè, dove è stato collocato il simbolo per il territorio della dichiarazione delle Dolomiti come Patrimonio Unesco. Il monte Pana è il luogo ideale per escursioni in famiglia: il sentiero avventura PanaRaida è adatto ai passeggini e durante il percorso troverai un’altalena gigante, un labirinto, un tiro di cavalli in legno e molte altre sorprese.

Santa Cristina in Val Gardena

Ph © Val-Gardena.com

SЁLVA / WOLKENSTEIN IN GRÖDEN / SELVA DI VALGARDENA

Direttamente sulle piste del Sellaronda e al cospetto del Gruppo del Sella e del Sassolungo, ecco Selva di Valgardena.

Il centro è un vivace intreccio di vie e vicoli ricco di negozi di tutti i tipi. In inverno ti risulterà davvero comodo poiché il Sellaronda passa proprio di qui, con l’impianto Ciampinoi che parte direttamente dal centro.

Sempre in inverno ti consigliamo di immergerti nell’atmosfera natalizia ammirando il paesaggio, ma soprattutto visitando la mostra dei presepi in legno rigorosamente realizzati dagli scultori gardenesi.

Selva è la destinazione perfetta per gli amanti degli eventi sportivi. In estate ti ricordiamo il Sellaronda Bike Day verso fine giugno e il Sellaronda Hero a metà giugno.

Da Selva raggiungi la Langental, Vallunga in italiano, un angolo di Val Gardena immerso nel verde, adatto alle famiglie dove ogni anno il primo weekend di settembre si svolge l’Almabtrieb, la festa per il rientro delle mucche dall’alpeggio: musica, balli tradizionali e birra, con protagoniste le mucche per una sfilata degna di passerella.

Un’altra zona molto carina è quella del Plan de Gralba, passaggio obbligato in direzione del Passo Gardena e del Passo Sella. Dal Plan de Gralba si snodano moltissimi percorsi, come quello che ti porta a fare il giro del Sassolungo e del Sassopiatto o quello che ti porta sul Passo Gardena.

E se non ti bastasse, ricordati che la mitica Isolde Kostner gestisce il suo hotel a Selva!

Ph © Cosmina Sorin Campean

CURIOSITA’

 

La tradizione della scultura in legno è talmente radicata in Val Gardena che oltre ai numerosi negozi e interessanti esposizioni, ha dato i natali a SEVI, un’azienda di produzione di giochi in legno famosa in tutto il mondo, che prende il nome dal figlio del suo fondatore: Senoner Vinzenz. Un’eccellenza gardenese dal sapore antico.

Gli Hotel selezionati da Passione Dolomiti

Val Gardena

Hotel Carmen

Val Gardena

Hotel Albion

Val Gardena

Naturhotel La Cort

Val Gardena

Hotel Somont

ATTIVITA’ INVERNALI

Come per l’Alta Badia, anche in Val Gardena sarebbe un peccato non provare almeno a mettere gli sci ai piedi! E chiaramente se non per la Saslong, almeno per le piste e i dolci pendii del Monte Pana o del Seceda. Il Sellaronda è sicuramente il giro più ambito: con un unico skipass hai la possibilità di vedere ben 4 valli con sci ai piedi!

Lo sci non fa per te? Poco importa, l’inverno è fatto anche per i percorsi di trekking, le ciaspolate, i circuiti di fondo e il pattinaggio e tutto questo è possibile in Val Gardena.

Sciare sul Seceda in Val Gardena

Ph © Enrica Pallaver Photography

ATTIVITA’ ESTIVE

La patria delle arrampicate e dei sentieri panoramici ti aspetta per momenti indimenticabili da passare da solo o in compagnia.

L’Alpe Seceda è uno degli angoli più suggestivi di questa valle. Il panorama sulle Odle è uno dei soggetti più fotografati di sempre e il passaggio veloce delle nuvole sopra di esse rende l’atmosfera ancora più sognante.

Percorsi di mountain bike, vie ferrate e pareti di arrampicata sono presenti in tutta la Val Gardena e non c’è pericolo di annoiarsi.

Anche qui è presente un campo da golf: con ben 18 buche il Golf Club St. Vigil Seis è uno dei più bei campi da golf in altitudine! Si trova a Castelrotto (Kastelruth in tedesco) ai piedi dell’Alpe di Siusi, raggiungibile da Ortisei in 10 minuti di auto.

Non da ultimo, ti consigliamo il Mar Dolomit ad Ortisei, una piscina indoor e outdoor con sauna e zona relax. A pochissimi passi dal centro.

Panoramica estiva sulla Val Gardena

Ph © Enrica Pallaver Photography

AREE SCIISTICHE/ESCURSIONISTICHE

La Val Gardena è sicuramente la Valle adatta alle famiglie grazie alle numerose zone dedicate ai bambini ma non solo: i numerosi percorsi per vie ferrate e arrampicate fanno del gardenese il paradiso di chi ha voglia di cimentarsi con qualcosa di un po’ più impegnativo.

Di seguito ti indichiamo i posti migliori per inverno ed estate.

SELLARONDA

La Val Gardena è parte integrante del Sellaronda, il giro sci-ai-piedi intorno al gruppo del Sella. Scegli il senso da percorrere e tra una curva e l’altra ricordati di fermarti e ammirare il paesaggio: se i tuoi occhi si faranno colmi di lacrime, possiamo capirti. È l’effetto dolomitico.

Da Santa Cristina o Selva puoi iniziare il tuo giro e raggiungere Val Badia, Val di Fassa e Valle di Livinallongo. Per accedere al Sellaronda lo skipass da acquistare è necessariamente il Dolomiti SuperSki.

La versione estiva del Sellaronda è tutta da gustarsi in bicicletta, passando per Passo Gardena, Sella, Pordoi e Campolongo. Dal Selva di Val Gardena partono anche le competizioni ciclistiche più in voga del momento: il Sellaronda Bike Day, una giornata a passi chiusi e accessibili solo con bici, cade verso la fine di giugno e il Sellaronda Hero, una gara in MTB a metà giugno.

Dal Passo Sella ti segnaliamo anche una delle ferrate più belle a livello paesaggistico: la Meisules o Pößnecker. Dal suo altipiano puoi vedere tutte le cime più importanti delle Dolomiti.

CONSIGLI

Per goderti l’alba circondati dalle Dolomiti, quello che ti consigliamo è di salire fino al Piz da Cir. La mattina presto, sul versante sinistro del Passo Gardena, percorri il sentiero che ti porta fino all’attacco del sentiero attrezzato, che dopo trenta minuti ti conduce in vetta. Bere un po’ di caffè dal thermos e fare colazione così è una delle esperienze più belle che potrai mai fare!

Se invece vuoi dormire di più…parti dal Passo Sella per un divertente e facile giro intorno al Sassolungo e al Sassopiatto: pianifica il tuo percorso e dormi al rifugio Demetz, che sorge sull’omonima forcella. Il panorama che si gode da questo rifugio all’ora del crepuscolo è impagabile!

Mountain BIke in Val Gadena

Ph © Hotel Angelo Engel

Sellaronda Ski

Ph © Enrica Pallaver Photography

PARCHI NATURALI

Naturpark Puez-Geisler / Parco Naturale Puez-Odle

Il parco naturale Puez-Odle è un’area protetta alla quale puoi accedere dalla Val Gardena attraverso la Vallunga, ma anche dalla Val Badia e dalla Valle Isarco. Attraverso la ormai dismessa via ferrata Sandro Pertini con attacco in Vallunga, si accedeva al Parco arrivando fino al Rifugio Stevia. Se la via ferrata è la tua passione allora potresti provare la via Sass Rigais, di media difficoltà, che parte da Santa Cristina e arriva fino al Rifugio Firenze.

Sicuramente questo Parco è uno dei più vari delle Dolomiti e racchiude in sé le cime più alte: Plose, Monte Gabler, Sass de Putia, Gruppo delle Odle con Furchetta e Sass Rigais (oltre i tremila metri) e il Gruppo del Puez con il Piz de Puez e Sassongher.

La fauna di questo parco è ricca quanto la sua flora. Quest’ultima comprende il pino cembro ed il larice come essenze principali, ma anche abete rosso, rododentro e pino mugo. Gli animali che potrai avvistare qui sono il capriolo, il gufo reale, il gallo cedrone e l’aquila reale.

Naturpark Schlern-Rosengarten / Parco Naturale Sciliar-Catinaccio

Uno dei primi parchi ad essere stato istituito in Alto Adige è proprio quello dello “Sciliar” al quale nel 2003 è stata annessa anche la parte del Catinaccio (Rosengarten). Il massiccio dello Sciliar con punta Santner (e la meno famosa punta Euringer) sono infatti spesso considerati l’emblema della regione.

Oltre alle già citate punte, nel parco trovi Cima Catinaccio e le maestose Torri del Vajolet. Anche il Catinaccio d’Antermoia (3002 metri) fa parte di questo gruppo.

L’estensione totale di questo paradiso arriva a ben 7.291 ettari e presenta una fauna molto varia: sarà divertente cercare scoiattoli, falchi, marmotte. Tipico di questa zona è anche l’abete rosso e il pino silvestre.

Segnaliamo due punti informazioni per visite guidate: a Bagni di Lavina Bianca (Weisslahnbad) presso l’antica segheria “Steger Säge” si trova il centro visite, mentre al laghetto di Fiè allo Sciliar trovi il punto informazioni. E a proposito del laghetto di Fiè: è balneabile. Puoi trovare il giusto refrigerio dalla calura estiva; se capitassi d’inverno invece, ci puoi pattinare. Mica male!