VAL DI FASSA

La terra ladina in Trentino è identificata con la Val de Fascia, tra le valli più ambite in estate e inverno, grazie alla sua posizione centrale, circondata dai Monti Pallidi, i massicci più importanti delle Dolomiti: Marmolada, Gruppo del Sella, Gruppo del Sassolungo e Catinaccio.

Innumerevoli piste da sci, ma anche escursioni tra le più suggestive, la Val di Fassa è adatta davvero a tutti: famiglie, amici, single. Eventi sportivi come la Dolomites Skyrace e la Sellaronda Skimarathon richiamano molti amanti dell’attività outdoor.

Come non citarti il Catinaccio (Rosengarten) regno di Re Laurino, che custodisce una leggenda che ancora oggi fa sognare tutti quanti. Qui potrai rigenerarti attraverso escursioni indimenticabili e vie ferrate superbe.

Ricordati di soddisfare anche il lato più sfizioso della tua vacanza: qui potrai gustare numerosi prodotti tipici, magari in qualche rifugio in quota….

…con Passione Dolomiti, la Val di Fassa non avrà più segreti!

TOP 5 DA NON PERDERE

  • Fare un’escursione nel Rosengarten/Catinaccio
  • Visitare la “Fata delle Dolomiti”
  • Ammirare il paesaggio lunare del Sass Pordoi
  • Passeggiare con la famiglia in Valle San Nicolò
  • Festeggiare alla Gran Festa d’Istà
Panorama sulle Dolomiti della Val Fassa

Ph © Enrica Pallaver Photography

PAESI PRINCIPALI

CIANACÉI / CANAZEI

Tra quelli più conosciuti, Canazei è il paese dove la ladinità la ritrovi in ogni angolo: l’architettura dei numerosi hotel, le case, la Ciasa Comun, i fienili (detti Tabià). Non a caso ogni prima settimana di settembre si festeggia la Gran Festa d’Istà, la festa dove tutte le valli ladine si trovano per sfilare con i loro costumi tipici, vestiti impreziositi da ricami che denotano la provenienza di una determinata zona della Ladinia. Un altro evento molto sentito, se ti piace il genere, è Te anter i Tobiè, il secondo weekend di luglio, manifestazione durante la quale i tipici fienili fassani vengono aperti al pubblico con una rappresentazione dei mestieri antichi della zona.

Fai una passeggiata nel centro e ricordati che ad ogni scoccare dell’ora l’orologio della piazza ha il suo motivo musicale con le sculture che escono dalla casetta ballando.

Canazei non è solo questo, ma è anche il punto di partenza di due appuntamenti sportivi di carattere internazionale: la Dolomites Skyrace, ovvera la gara di corsa in montagna a metà luglio e la Sellaronda Skimarathon la gara in notturna di sci alpinismo nelle Dolomiti.

Da Canazei parte l’impianto di risalita Belvedere, collegato al Sellaronda, il giro con sci ai piedi del gruppo del Sella.

Le frazioni di Canazei sono Alba, Penia e Gries, anche loro destinazioni turistiche, attrezzate con impianti di risalita per le tue escursioni o le tue avventure sugli sci.

Canazei in Val di Fassa

Ph © Concetta Beatrice

CIAMPEDÉL / CAMPITELLO

Il piccolo gioiello della Val di Fassa che trovi da Canazei verso sud, è anch’esso un vivace centro turistico. È conosciuto per la sua funivia che porta al CoI Rodella, zona suggestiva e panoramica che si trova tra il Gruppo del Sella e quello del Sassolungo. Se volessi provare, questa è la zona ideale dove cimentarti con il parapendio o il deltaplano: grazie alle correnti ascensionali adatte a questo tipo di attività, nei giorni più belli se da Campitello alzi lo sguardo verso l’alto vedrai un bel carosello di colori che danzano nel cielo.

Campitello è situata all’imbocco della Val Duron, una piccola valle secondaria che ti consigliamo per immergerti nella natura e scoprire le antiche vie che collegavano l’Alpe di Siusi con la Val di Fassa. La Val Duron è ideale anche per chi si muove con passeggini al seguito, ma anche per chi cerca escursioni in quota di diversa difficoltà.

Ti segnaliamo anche l’attrezzatissimo centro sportivo Ischia, a pochi passi dell’impianto per il Col Rodella, dove potrai trovare il giusto ambiente per arrampicare e praticare golf.

Infine, la frazione Pian ti sorprenderà per il suo autentico abitato in stile ladino: se vuoi immergerti nel mondo delle tradizioni di questa valle, non puoi perdertelo!

Campitello di Fassa in Val di Fassa

SÈN JAN / SAN GIOVANNI (VIGO-POZZA-PERA)

Se il nome San Giovanni non ti dirà nulla, lo possiamo capire: dal 1° gennaio 2018 i comuni di Pozza, Pera e Vigo di Fassa sono stati uniti sotto il nome di Sèn Jan, nome ladino di San Giovanni.

Pera di Fassa. Rotolando verso sud, il primo abitato che si trova è Pera: all’ingresso del paese dà il benvenuto lo storico edifico alberghiero Hotel Rizzi, che in passato ha ospitato grandi personalità internazionali. L’edificio è sotto la tutela delle belle arti: un ottimo esempio di architettura fassana. Pera è anche il paese natìo di uno dei più grandi alpinisti di tutti i tempi, Tita Piaz, noto come “il diavolo delle Dolomiti” per le sue imprese pressoché ardite, come la conquista delle Torri del Vajolet.

Pozza di Fassa. Sempre in ordine, arriva Pozza. L’associazione di idee viene facile con l’acqua e infatti non a caso qui esiste una fonte termale di acqua solforosa che rende questa località adatta a chi necessita di cure. Sono ben tre le strutture che possono rigenerare la tua mente e il tuo corpo: un buon pomeriggio di relax non ha mai fatto male a nessuno.

Da Pozza si raggiunge la ski area Buffaure, con piste di media difficoltà, che regala panorami mozzafiato sull’antistante Catinaccio.

Per le tue escursioni (anche con passeggino) ti consigliamo la Val San Nicolò, fondovalle adatto a tutti, quota invece più avventurosa per i temerari. Questa piccola valle secondaria, conosciuta per le pareti di arrampicata, è anche famosa per le sue baite caratteristiche. Che fai, un pranzo come si deve non te lo concedi?

Scorcio estivo su Pozza di Fassa

Ph © Massimiliano Turci

Vigo di Fassa. Il terzo comune dell’unione di San Giovanni è Vigo di Fassa, adagiato su una collina all’ombra del Catinaccio. Il centro abitato si trova sulla strada del Passo di Costalunga, che ti fa accedere di nuovo all’Alto Adige attraverso Carezza.

A testimonianza della sua importanza culturale e religiosa rivestita in passato, Vigo è la sede del Museo Ladin de Fascia e dell’Institut Cultural Ladin, che presentano gli aspetti più profondi della cultura ladina.

Da Vigo, con una moderna funivia direttamente dal centro del paese, puoi raggiungere il Catinaccio al Ciampedie (letteralmente “Campo di Dio”), un altopiano a 2.000 mt dal quale potrai fare numerose ed indimenticabili escursioni o arrampicate in estate e divertirti sciando in inverno. Ti segnaliamo che sul Ciampedie c’è un divertente Baby Park: gonfiabili, giostre, altalene e scivoli nel regno di Re Laurino.

Chiesa di Santa Giuliana a Vigo di Fassa

Ph © Enrica Pallaver Photography

MOENA

La “Fata delle Dolomiti” è la località più a sud della Val di Fassa: dopo Moena inizia la Val di Fiemme. È coronata dal Catinaccio, dai Monzoni e dal Gruppo del Latemar.

Paese senza dubbio molto glamour, quello che vi consigliamo è di vivere il centro a pieno: ristoranti, raffinati caffè, negozi e boutique. Due chiese molto caratteristiche e antiche, quella di San Vigilio e San Volfango possono inframezzare il vostro percorso. In inverno Moena si veste di luci e per il paese vengono realizzate bellissime sculture e fontane di ghiaccio.

Molto attenti al tema della ristorazione, Moena è la sede di diversi eventi eno-gastronomici piuttosto importanti: “A tavola con la Fata delle Dolomiti” in inverno e “Sapori d’autunno” a settembre. Non a caso, infatti, a Moena è possibile acquistare il formaggio tipico della località, il DOP “Puzzone di Moena”. Non farti però influenzare dal nome, il sapore è di quelli che ti sconquasseranno le papille!

Naturalmente la vocazione sportiva della zona non è sottovalutata neanche qui. Eventi come la Marcialonga (ogni anno a gennaio) per lo sci di fondo e la Val di Fassa Marathon per le mountain bike rendono questa località davvero competitiva turisticamente.

Moena in Val di Fassa

Ph © Enrica Pallaver Photography

CURIOSITA’

 

Vogliamo raccontarti nel capitolo della Val di Fassa il fenomeno dell’Enrosadira, proprio perché come avrai imparato, da Vigo si accede al Rosengarten (Catinaccio) che in italiano si traduce come “giardino delle rose”.

Il giardino delle rose è legato alla leggenda di Re Laurino, che durante una battaglia cercò di nascondersi nel suo amato giardino, il quale però trattenne il suo manto invisibile, rivelando la sua presenza. Così, Re Laurino lanciò una maledizione: da quel momento nessuno avrebbe mai più potuto ammirare il suo giardino di rose, né di giorno, né di notte. In questa maledizione però si dimenticò dell’alba e del tramonto: è proprio in questi momenti che la luce del sole illumina il Catinaccio, che si tinge di un colore roseo, sempre più intenso, fino a scomparire con il buio o il sole alto. Questo romantico fenomeno è conosciuto come Enrosadira.

E noi ovviamente ti consigliamo di ammirarlo in compagnia di chi ami!

Gli Hotel selezionati da Passione Dolomiti

ATTIVITA’ INVERNALI

Sci di fondo, sci alpino, snowboard, pattinaggio, … hai altre richieste? Perché in ogni caso in Val di Fassa trovi pane per i tuoi denti!

Se sei un appassionato di sci di fondo, ti segnaliamo la Marcialonga, una manifestazione importante che si svolge ogni ultimo weekend di gennaio. Se invece vuoi solamente approcciare a questo meraviglioso sport, ti consigliamo il centro di Fondo Alochet, verso il passo San Pellegrino, raggiungibile da Moena con il bus.

Per lo sci alpino e lo snowboard devi solo scegliere la zona: ogni località della Val di Fassa presenta impianti moderni con piste perfettamente preparate.

Se invece ami sentire il rumore dei tuoi passi nella neve puoi scegliere Val Contrin, Val San Nicolò e Val Duron per trekking invernali e lunghissime ciaspolate.

E non dimenticare di risposarti poi! I centri termali di Pozza ti faranno rinascere!

Seggiovia tra le Ski Aree della Val di Fassa

Ph © Enrica Pallaver Photography

ATTIVITA’ ESTIVE

Sei pronto per tuffarti in un mare di avventure? Certo, fa un po’ specie parlare di mare in montagna, ma vogliamo renderti bene l’idea del ventaglio di attività che la Val di Fassa può offrirti.

Se stai approcciando alla montagna da poco, ti consigliamo un percorso anche lungo, ma non di dislivello troppo impegnativo. In questo caso la Val Duron, Val Contrin e San Nicolò sono perfette. Non ti dispiacerà neanche il Ciampedie, raggiungibile con comoda funivia dal centro di Vigo di Fassa.

Per chi è già allenato sempre sul Catinaccio ci si può cimentare in vie ferrate o trekking di dislivelli interessanti.

Escursioni al Passo Sella

Ph © Enrica Pallaver Photography

AREE SCIISTICHE/ESCURSIONISTICHE

Se c’è una cosa che forse avrai imparato leggendo tra le pagine di Passione Dolomiti, è che in ogni zona delle nostre amate montagne, esistono aree sciistiche ed escursionistiche davvero adatte a tutti. Mamme, papà, nonni, bambini, sportivi, principianti, esperti… e in Val di Fassa non sarà diverso, ma anzi la rete fittissima di sentieri permette di esplorare ogni angolo di questa valle. Sta a te scegliere dove!

Ecco le aree dove trovare sfogo per il tuo animo avventuriero o anche solo per trovare un po’di pace immerso nella natura.

SELLARONDA

Il Sellaronda passa anche per la Val di Fassa! Non perdere l’occasione di divertirti facendo il giro intorno al Gruppo del Sella con gli sci ai piedi. Puoi scegliere il senso (orario/antiorario) e l’accesso dalla Val di Fassa può avvenire da Campitello (Col Rodella) o da Canazei (Belvedere). Per goderti il Sellaronda lo skipass da acquistare è necessariamente il Dolomiti SuperSki.

In estate l’area del Sellaronda diventa il paradiso per gli amanti del trekking e delle vie ferrate. Quello che ti consigliamo di fare è il giro del Sassopiatto e del Sassolungo, un’escursione non impegnativa che ti porterà a toccare dei rifugi molto conosciuti e frequentati.

Dal Passo Sella puoi avventurarti su uno dei sentieri attrezzati più classici delle Dolomiti: la Meisules o Pößnecker è una via ferrata esposta che ti porta al Piz Sella a 2941 metri. Buon divertimento!

Circuito del Sellaronda in Val di Fassa

Ph © Enrica Pallaver Photography

ROSENGARTEN / CATINACCIO

Da Vigo di Fassa puoi raggiungere il Catinaccio risalendo per il sentiero (in estate), altrimenti con la funivia che parte dal centro del paese.

In inverno è il paradiso degli sciatori per tutti i livelli: se sei un vero esperto, ti consigliamo la pista “Alberto Tomba”.

Se gli sci non sono la tua passione, ci piacerebbe invitarti a fare due passi con le ciaspole: il Ciampedie è il luogo ideale, dal quale partono dei tracciati molto facili, ma anche emozionanti.

In estate, per le tue escursioni ti consigliamo di arrivare al Ciampedie con la funivia e raggiungere il Rifugio Vajolet: pernotta lì e gusta la buonissima cucina di questo gioiello incastonato tra il Catinaccio d’Antermoia e le Torri del Vajolet!

Ti consigliamo di fare una puntatina anche al lago d’Antermoia, molto facile da raggiungere dal rifugio Vajolet o dal Rifugio Passo Principe. Rimarrai estasiato dal colore di questo piccolo lago.

Se sei un tipo temerario la ferrata sul Catinaccio d’Antermoia non ti deluderà: la cresta finale è da brividi

Valle del Vajolet e Gruppo del Catinaccio

Ph © Massimo Beretta

BELVEDERE-COL RODELLA-PASSO PORDOI

L’area Belvedere-Col Rodella-Passo Pordoi in inverno è parte del giro sciistico Sellaronda, ma anche del Panorama Ski Tour, un giro sciistico che permette di toccare tutte le località delle Val di Fassa. 24 modernissimi impianti per più di 30 chilometri di piste assicurano il divertimento anche allo sciatore più esigente.

In estate il Col Rodella diventa il punto di partenza per numerose escursioni, ma soprattutto per…lanci con il parapendio o il deltaplano! Grazie alle correnti ascensionali che si creano proprio in questa zona, il Col Rodella si tinge di mille colori che danzano nell’aria!

Assolutamente un must è il trekking “lunare” sul Sass Pordoi, accessibile dall’omonima forcella dal Passo, o con una comoda e moderna funivia sempre dal passo. Il nostro consiglio: dalla stazione a monte fino al suggestivo rifugio Capanna Fassa, dal quale puoi ammirare la corona di montagne che ti circondano!

Ski Area Col Rodella

Ph © Enrica Pallaver Photography

BUFFAURE-CIAMPAC

L’area sci Buffaure è accessibile da Pozza di Fassa collegata al plateau del Ciampac con Alba di Canazei. 13 impianti tra sciovie, skilift e seggiovie per 20 piste di cui 13 di media difficoltà (rosse). Da provare la nera “Vulcano” con un dislivello di 500 metri!

Dal 2018 una nuova e modernissima funivia collega Alba di Canazei con il Passo Pordoi, in questo modo potrai riconnetterti sul Sellaronda e il divertimento è garantito!

Per i freestylers segnaliamo il Buffaure Snowpark.

In estate sia il Buffaure che il Ciampac diventano meta ideale per escursioni di famiglie. Sentieri tematici, parchi gioco e malghe dove conoscere le tradizioni trentine.

Un giro escursionistico molto praticato è quello che da Alba di Canazei porta al Ciampac fino a scendere a Malga Contrin. Da provare!

Panorami invernali tra le Ski Aree in Val di Fassa

Ph © Enrica Pallaver Photography

MOENA-ALPE LUSIA

Da Moena in località Ronchi parte la comoda telecabina che collega la Fata delle Dolomiti con la skiarea Alpe Lusia-San Pellegrino-Bellamonte. Il versante di Moena è caratterizzato da piste rosse e nere, mentre sull’Alpe Lusia troverai il luogo ideale per muovere i primi passi nel mondo dello sci.

Gli impianti presenti ammontano a 8, per un totale di 22 piste, di cui ben 11 azzurre. Un vero paradiso per i principianti!

È presente anche un baby park per rendere le giornate dei tuoi figli ancora più divertenti!

Anche per chi non ama sciare, questa zona è consigliabile anche solo per ammirare il vasto e romantico panorama.

Durante la stagione estiva Moena è adatta come partenza per diversi trekking. Uno su tutti: al rifugio Fuciade passando dal Passo San Pellegrino. Facile, veloce, da fare anche con il passeggino da trekking!

Alpe Lusia in Estate

Ph © Enrica Pallaver Photography

CONSIGLI

Il Catinaccio è il luogo ideale dove sfogare la tua passione per le escursioni, in estate è uno dei migliori punti di partenza per trekking meravigliosi!

Per coloro che “il trekking è il mio mestiere”: il Dolomiti Panorama Trek è una gita escursionistica ad anello lunga 200 km (circa 60 ore di cammino per un dislivello totale di 16.000 mt) da fare in 20 tappe: collega la Val di Fassa con la Val di Fiemme e Primiero.

PARCHI NATURALI

Naturpark Schlern-Rosengarten / Parco Naturale Sciliar-Catinaccio

Il parco naturale del Catinaccio (Rosengarten) è stato annesso nel 2003 a quello dello Sciliar, uno dei primi ad essere stato istituito.

Nel parco trovi Cima Catinaccio e le maestose Torri del Vajolet. Anche il Catinaccio d’Antermoia (3002 mt) fa parte di questo gruppo. È raggiungibile attraverso l’omonima via ferrata che sul finale presenta una cresta da adrenalina pura!

L’estensione totale di questo paradiso arriva a ben 7.291 ettari e presenta una fauna molto varia: sarà divertente cercare scoiattoli, falchi, marmotte. Tipica di questa zona è anche l’abete rosso e il pino silvestre.

Segnaliamo due punti informazioni per visite guidate: a Bagni di Lavina Bianca (Weisslahnbad) presso l’antica segheria “Steger Säge” si trova il centro visite, mentre al laghetto di Fiè allo Sciliar trovi il punto informazioni.