Val di Zoldo

Val di Zoldo

C’è poco da girarci intorno, in Val di Zoldo potrete respirare il lato autentico e selvaggio della natura!

Non ci stupiremmo, infatti, se camminando la mattina presto per i sentieri delle Dolomiti di questa valle trovaste marmotte, cervi e caprioli intenti nelle loro attività quotidiane.

La Val di Zoldo si può vivere in tutte le stagioni e comprenderne la bellezza che cambia a seconda dei colori, del clima e dei panorami: d’estate, ad esempio, le Dolomiti di Zoldo sono un’ambita meta per tantissimi escursionisti che amano i trekking sul Monte Pelmo o sul Civetta, mentre d’inverno gli sciatori più appassionati non vedono l’ora di sfrecciare lungo i72 km di piste soffici e polverose.

Iniziamo a scoprire meglio questa valle ricca di sorprese?

TOP 5 DA NON PERDERE

Salire sul Lago del Coldai e all’omonimo rifugio

Sciare sul Civetta

Visitare il Lago di Alleghe

Riscoprire le tracce della Grande Guerra

Percorrere la via normale del Monte Pelmo

PECOL

Adagiato sul torrente Maè, Pecol è il principale centro turistico della Val di Zoldo ed è il paesino più vicino alla zona sciistica del Civetta. Qui vi aspettano meravigliosi scorci panoramici da ammirare, tanta storia, cultura e tradizione da scoprire!

Foto © Max Fiabane

Foto © Davide Deganello

FORNO DI ZOLDO

Forno di Zoldo è un altro centro della Val di Zoldo, particolarmente famoso la lavorazione del gelato. Eh si, avete capito bene! La Val di Zoldo è anche conosciuta per la sua maestria a preparare del buon gelato artigianale. Dai turisti è anch’essa frequentata per la sua vicinanza con l’imponente Monte Civetta. Inoltre, il nome di questo paesino deriva dal fatto che gli abitanti erano particolarmente bravi a modellare il ferro e grazie a ciò si costruirono moltissimi forni proprio su questo territorio. Il boom si ebbe quando persino la Serenissima non volle altro ferro per le sue gondole che quello di Forno di Zoldo.

CURIOSITà

Lo sapevate che il larice color rosso accesso che potete trovare in Val di Zoldo è un legno riconosciuto molto pregiato? Infatti, il suo profumo può essere usato a scopo terapeutico e si dice che abbia anche dei poteri magici. La storia del suo valore si lega alla costruzione della città di  Venezia e quella dei tabià della Val di Zoldo.

ATTIVITA’ INVERNALI

In Val di Zoldo le opportunità per dimostrare le proprie doti da skier non sono affatto poche: potrete infatti spaziare tra il comprensorio sciistico Ski Civetta e il carosello di Dolomiti Superski, che collega le stazioni Pecol, Palafavera, Alleghe e Selva di Cadore. Un vero paradiso invernale!

A Pecol potrete anche sciare sulla pista notturna…una magia colorata di bianco!

Molto suggestivo e interesse è sicuramente il Giro sciistico della Grande Guerra, che collega le aeree sciistiche della Val di Zoldo alle altre zone delle Dolomiti. Il percorso si snoda tra le più spettacolari vette: Civetta, Pelmo, Nuvolao-Averau, Cinque Torri, Tofane, Lagazuoi, Sassongher, Sella, Marmolada…una meraviglia! Nascosti ovunque, le guide sapranno indicarvi e mostrarsi i reperti bellici della Prima Guerra Mondiale, come camminamenti, gallerie, fortini.

Foto © Martina Bruscoli

ATTIVITA’ ESTIVE

L’estate in Val di Zoldo è in una parola…emozionante! Vivere a contatto stretto con la natura, sentire l’acqua fresca scorrere tra i torrenti, respirare a pieni polmoni l’aria limpida e frizzantina…ahhhh, un vero sogno!

Tantissime escursioni vi aspettano, da quelle più semplici e adatte a tutti, a quelle più difficili, dai trekking in e-bike alle adrenaliniche vie ferrate.

Tra le escursioni più famose citiamo la salita al Lago Coldai, la traversata del Civetta e di Mondeval.