Destressarsi nel Bosco

Momenti no? C’è chi consiglia di de-stressarsi con il lavoro a maglia. Ma se reputiamo che non fa al caso nostro, una passeggiata nel bosco ha effetti similari, se non maggiori, ed è adatta a tutti, soprattutto ai più sedentari. Se camminare fa bene, camminare nel verde fa meglio.

È acclarato che, oltre a ridurre lo stress e l’ansia, la “lanaterapia” migliora lo stato d’animo, combatte la depressione e disintossica dai ritmi frenetici. È diventata un fenomeno sociale e va ben aldilà dello sferruzzare per trasformare colorati gomitoli in soffici maglioni: secondo i suoi cultori, sarebbe una fonte di benefici per la salute fisica e mentale.

Sì, ma se ci imbarazza prendere in mano ferri e filati? La soluzione è semplice: indossiamo un caldo maglione di lana (il vello ha proprietà salutari come la traspirabilità, la termoregolazione garantisce un caldo asciutto, è ecocompatibile e riciclabile) e facciamoci una gita nel bosco.

È scientificamente provato, infatti, che un’immersione nel fitto del verde ha effetti terapeutici: riduce lo stress e rafforza il sistema immunitario. Ricerche giapponesi confermano che un “forest bathing”, com’è stato definito, di 30 minuti nel bosco può abbassare la pressione, l’ansia, la depressione, la rabbia, la fatica e la confusione, regalando una maggiore vivacità che fa rima con felicità.

Se l’occhio poi vuole la sua parte, non servono scienziati per farci notare quanto la natura sappia essere fenomenale tra le fronde; e i polmoni ringraziano. Facile, no?