L’alba in rifugio

Il sole sorge pian piano: è come quando si apre il sipario all’Opera. L’emozione è forte, tutti in attesa della prima. Lo spettacolo è migliore delle aspettative: le Dolomiti Patrimonio dell’Umanità Unesco si offrono lentamente nella loro maestosità.

L’alba in rifugio non ha eguali. L’armonia della musica è il silenzio, l’aria frizzante scuote le vene, i raggi del sole nascente fanno socchiudere gli occhi per convogliare tutta l’energia positiva dentro di sé.

E se approfittate di un concerto del Festival trentino de I Suoni delle Dolomiti, partirete dal paese incamminandovi con le guide alpine e i musicisti: L’Alba delle Dolomiti è la musica che accompagna il sorgere del sole in un teatro naturale. Tanti i nomi di successo e i generi diversi: Malika Ayane,  Giovanni Sollima, i Corni della Scala, Mario Brunello…

Se preferite la riflessione e il silenzio, dormite in rifugio e all’alba dedicatevi al biowatching: osservate quanto di magnifico vi circonda in ogni suo aspetto. L’incredibile mondo della biodiversità geologica, geomorfologica, vegetale e animale è lì davanti a voi: un pezzo di Dolomia che riluce, un gruppetto di fiori colorati che si schiude, un gracchio alpino in cerca di cibo. Sintonizzatevi, prendetevi per mano, mettetevi in ascolto con rispetto e gustatevi sensazioni che ricorderete per lungo tempo.

Rifugio non è sinonimo solo di estate. C’è un’esperienza dinamica che vi consigliamo: TrentinoSkiSunRise. Ci si trova alla partenza degli impianti, aperti anticipatamente solo per voi dalle 6 di mattina, si sale e dopo una prelibata colazione con una scelta infinita di gustosi prodotti freschi del territorio, dal burro alla marmellata, dai salumi ai formaggi, con le prime luci dell’alba si è pronti per una discesa inedita sulle piste appena battute . Il mattino ha l’oro in bocca! Scoprite, tra Trentino e Bellunese, i vari appuntamenti proposti dalle skiaree.