Buona cucina

Albergo & Ristorante Baita Dovich

Marmolada

Ideale per...

RICHIEDI DISPONIBILITÀ

Al cospetto della Regina delle Dolomiti, la Marmolada 

La tipica accoglienza bellunese si fa in quattro per voi

Voglia di sci? Sì! Eccovi accontentati: inforchiamoli davanti alla porta dell’albergo ristorante Baita Dovich, siamo al centro del carosello Dolomiti Superski con i suoi 1200 chilometri di piste collegate da “La Bellunese”, la rossa di 12 chilometri, la più lunga discesa delle Dolomiti che collega al Sellaronda. Saliamo con la funivia in cima alla Marmolada, il ghiacciaio più esteso delle Dolomiti patrimonio naturale dell’Umanità Unesco e lanciamoci nel paradiso bianco più bello del mondo.

E, se aprendo gli occhi è estate? Tanto meglio: siamo nel regno dell’escursionismo e del divertimento con le e-bike che si possono noleggiare in albergo. Se ci portiamo le nostre, troveremo una piccola officina ben attrezzata per ogni evenienza.  E la funivia della Marmolada ci porta ai 3250 metri di Punta Rocca da dove si contempla un panorama a 360° sulle Dolomiti. Da non perdere, l’interessante Museo Marmolada Grande Guerra 3000m, la grotta della Madonna consacrata a Papa Giovanni Paolo II nel 1979 e le trincee di Serauta.

E dopo un’intensa giornata di attività frizzantina nel regno della Regina delle Dolomiti, Manuela e Jacopo ci accoglieranno con le loro premure: lei gestisce la struttura, lui è il primo chef del rinomato ristorante. Hanno reso Baita Dovich un gioiellino curato ed amato, valorizzando in ogni dettaglio la calda accoglienza del loro chalet montano.

C’è il pregio che il fisico riacquista presto l’energia, grazie a super colazioni salutari e genuine, pranzi e cene all’insegna della tradizione rivisitata in chiave “Jacopina”, con piatti superlativi da mangiare pure con gli occhi. Ma non solo… c’è un altro effetto benefico per una rigenerazione completa e detossinante che scioglie ogni tensione muscolare: la sauna finlandese esterna a botte. Il contrasto tra il caldo umido interno e il freddo pungente esterno stimola il corretto funzionamento del centro termoregolatore del nostro corpo. Detto in parole semplici: brrr, che sensazione da brivido!

Ed ecco che tutto concilia un sonno ristoratore, nelle panoramiche stanze di lineare essenzialità alpina contemporanea, dove è ritemprante camminare a piedi nudi sul bel paquet di quercia grigia. Un vero rituale della buona notte.
 

Invia una richiesta all'hotel

Leggi informativa privacy